Dopo 12 anni, siamo ancora qui per farvi divertire in modo sano in un Ambiente selezionato, con certezza delle regole (Piero e Ivan)

MONDIALE INTERSCHOOL 2018:  6° GIORNATA

 

 

 

 

 

TUTTE LE FOTO DELLA 6° GIORNATA: CLICCA QUI PER VEDERLE! FOTO E GRAFICHE SONO A CURA DI IVAN D'AMICO    

I COMMENTI ALL'INTERNO DEI TABELLINI DELLE SINGOLE GARE SONO TUTTI A CURA DI PIETRO TARANTINO.

PROSSIMO TURNO: GUARDA IL CALENDARIO (CLICCA QUI)

 

GIRONE A: CLASSIFICHE, TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

 

 

 

 

CLASSIFICHE

 

 

  GIRONE A P.TI G V N P GF GS DR POS
1 Brasile 11,5 6 5 0 1 54 19 35 Quarti
2 Islanda 9,3 5 4 0 1 49 19 30 Quarti
3 Colombia 8,6 5 4 0 1 29 18 11 Quarti
4 Messico 5,6 5 3 0 2 19 19 0 Quarti
5 Croazia 2 5 1 0 4 14 35 -21 Elim
6 Portogallo 1,8 5 1 0 4 15 32 -17 Elim
7 Spagna 0,1 5 0 0 5 9 47 -38 Elim

 

CANNONIERI SQUADRE NUM   AMMONITI SQUADRE NUM
Barone Colombia 13   Lascari G Brasile 1
Maltese Brasile 12   Priulla Croazia 1
Miranda Islanda 12   Angheben Portogallo 1
Busetta Islanda 10   Norrito V. Colombia 1
Mezzapelle Brasile 9        
Lascari A. Brasile 8        
Gennaro Brasile 7        
Emmanuele Colombia 7        
Buzzanca Islanda 7        
Tumminelli Brasile 6   SQUALIFICATI SQUADRE NUM
Palazzolo Islanda 6   Ciriminna Islanda 1
Polizzi Messico 6   Barresi Messico 1
Pagano Spagna 6   Terranova P *  Messico   1 

 

* Squalifica extra-gara, che non incide in classifica. 

 

 

NOTA BENE: per qualsiasi errore o dimenticanza, contattate immediatamente Pietro Tarantino.

ATTENZIONE: Si ricorda che ogni 2 ammonizioni scatta 1 turno automatico di squalifica (da scontarsi nella gara successiva) e che il conteggio disciplinare continua sino al termine della competizione. 

 

TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

COLOMBIA - ISLANDA  4-9

 

Colombia:  Di Cristina, Norrito V, Emmanuele, Norrito F, Correri, Calò, Barone

Islanda:  Giubilato, Miranda, Buzzanca, Di Maggio, Ciriminna, Palazzolo, Busetta,

Arbitro: Sig. Basile

 

Lo scarto ottenuto dall'Islanda nell'insidiosissima partita contro la (finora) sempre vincente Colombia si rivela prezioso per la corsa al primo posto, in quella che potrebbe essere una clamorosa rimonta sul Brasile, nonostante averci perso nello scontro diretto. Occorreranno adesso 2,3 punti ai ragazzi di Miranda, contro il Messico, per centrare l'insperato sorpasso al primo posto in classifica ed agiudicarsi il diritto di giocare contro la più agevole (sulla carta) quarta in classifica dell'altro girone ai quarti di finale. Forse i ragazzi della Colombia, memori di aver battuto il Brasile, sono scesi in campo con qualche convinzione di troppo: la partenza per l'Islanda è travolgente, con il 3-0 che segna sostanzialmente il primo tempo. Emmanuele ha provato a trasformarsi in goleador ed a tentare la rimonta, ma il Brasile si è ritrovato tutti i propri effettivi in giornata di grazia, andando a segno quasi con tutti, ad eccezione di Ciriminna, che però nel taccuino ci finisce lo stesso per un'ammonizione, che ha costretto i compagni a trovare lo scarto per recuperare. Islanda che ha sfoderato un gioco pregevole e disinvolto: Palazzolo è sempre più duttile nel gruppo, mentre Buzzanca, Busetta, Di Maggio e Miranda, stanno attenti a non pestarsi i piedi e a "danzare" in campo tra i ruoli in maniera armoniosa. La sfida a distanza tra Barone e Miranda per la classifica cannonieri termina in parità (1-1). La Colombia era partita bene nel primo quarto d'ora, stringendo le maglie in fase difensiva. Poi Buzzanca ha aperto una crepa e da lì il muro è venuto giù. Colombia stabile ora al terzo posto: crediamo che ci resterà anche all'ultima giornata...    

 

 

Marcatori: 15 Buzzanca (ISL), 19 Miranda (ISL), 20 Di Maggio (ISL), 22 Emmanuele (COL), 39 Busetta (ISL), 46 Emmanuele (COL), 47 Palazzolo (ISL), 49 Barone (COL), 50 Busetta (ISL), 51 Palazzolo (ISL), 52 Busetta (ISL), 52 Calò (COL), 53 Autogol (ISL)

Ammonito: Ciriminna (ISL)

 

 

 

 

MESSICO - CROAZIA   5-2

 

Messico:  Pizzati, Barresi, Terranova G, Schiavo, Polizzi, Flammia 

Croazia:  Mannara, Lovarco, Priulla, Minutella, Guardì, Schiadà, Vasta

Arbitro: Sig.  Cultrona

 

Il Messico supera con successo lo scoglio-Croazia, nello scontro diretto (spareggio se vogliamo) per il quarto posto, con qualificazione conquistata (a meno di "suicidi" per motivi disciplinari all'ultima giornata contro l'Islanda). L'uno-due iniziale ad opera di Flammia e Schiavo serve ad incanalare la gara sul binario giusto, poi dopo il terzo gol di Terranova G, la Croazia si scuote con Vasta, ma il 4-1 di Polizzi chiude virtualmente il conto prima del dovuto, per una vittoria netta, conquistata sia sul piano tattico che su quello del gioco. Il Messico si conferma una squadra ostica da affrontare: ha delle basi solide per poter tentare di far saltare la prima dell'altro girone ai quarti. Schiavo le ha finora azzeccate tutte nella sua "campagna acquisti" per questo Mondiale, sia per chi è rimasto con lui (rispetto al campionato), sia per chi si è aggiunto. Dispiacere per i ragazzi della Croazia che forse hanno preparato male tatticamente la gara, non consapevoli delle qualità offensive degli avversari, oltre che penalizzata dall'assenza di Marino: la bella squadra che aveva strapazzato il Portogallo due gare fa, proprio non si più vista...

  

Marcatori: 1 Flammia (MES), 5 Schiavo (MES), 15 Terranova Gio (MES), 17 Vasta (CRO), 22 Polizzi (MES), 46 Terranova Gio (MES), 52 Guardì (CRO)

 

 

 

 

SPAGNA - BRASILE   2-17 

 

Spagna:  Franco, Valenti G, Contino (art 11), Catalano, Pagano

Brasile: Fasone, Lascari G, Muratore, Maltese, Mezzapelle, Lascari A, Tumminelli, Cipolla

Arbitro: Sig. Cultrona

 

Il Brasile ha ottenuto dalla gara contro la già eliminata Spagna ciò che voleva: vittoria con 2,5 punti, ossia il punteggio massimo consentito, in attesa di riposare all'ultima giornata ed attendere il risultato della gara dell'Islanda contro il già qualificato Messico. Il vantaggio di 2,2 punti in classifica però potrebbe non bastare: all'Islanda basterebbe fare una vittoria con scarto e tripletta per scavalcarli al primo posto in classifica ed aggiudicarsi il diritto (e la comodità) di giocare contro la quarta dell'altro girone ai quarti di finale. I ragazzi di Muratore si divideranno tra la tribuna e il (più confortevole) divano di casa per gufare come meglio possono. Relativamente alla gara con la Spagna, il primo tempo non è stato esaltante ed ha vissuto di "fiammate", con le quali si è però preparato il terreno attraverso le doppiette di Muratore, Maltese e Tumminelli. Poi nella ripresa il delirio, contro una Spagna in 5 contati (troppe le defezioni, che sanno di "ammutinamento"), stanca e progressivamente sfilacciata, che molto aveva speso nel primo tempo per tenere testa con orgoglio e determinazione agli avversari. Non c'è Gennaro e Mezzapelle si "scatena" non solo per i gol ma per la capacità di far gioco, insieme a quell'altro "panzer" di Maltese con cui di gol in due (partendo da esterni) ne fanno ben 8! Ovviamente bene anche gli altri, anche se un pò sacrificato ci è sembrato Andrea Lascari, per il quale tale remix di giocatori proprio non giova. Buona la prova di un pò tutti gli spagnoli, compreso l'articolo 11 Contino, che in difesa si è ben destreggiato nonostante ovviamente la superiorità individuale e collettiva degli avversari. Non era questa la gara da vincere, ma se Valenti se lo fosse portato con se in squadra, la Spagna avrebbe avuto maggiori possibilità di giocarsi la qualificazione nelle gare che contavano...  

 

Marcatori: 4 Muratore (BRA), 14 Pagano (SPA), 17 Muratore (BRA), 17 Maltese (BRA), 22 Tumminelli (BRA), 23 Tumminelli (BRA), 25 Maltese (BRA), 34 Mezzapelle (BRA), 35 Muratore (BRA), 39 Lascari A. (BRA), 41 Valenti (SPA), 42 Maltese (BRA), 43 Pagano (Autogol, BRA), 45 Tumminelli (BRA), 47 Mezzapelle (BRA), 47 Mezzapelle (BRA), 48 Maltese (BRA), 50 Maltese (BRA), 52 Lascari A. (BRA).

 

 

 

 

 

GIRONE B: CLASSIFICHE TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

 

 

CLASSIFICHE

 

  GIRONE B P.TI G V N P GF GS DR POS
1 Costa Rica 9,5 5 4 1 0 36 20 16 Quarti
2 Egitto 8,2 5 3 1 1 37 17 20 Quarti
3 Giappone 7,9 6 3 2 1 30 24 6 Quarti
4 Panama 4,3 5 2 0 3 19 35 -16 Quarti
5 Francia 4,2 5 2 0 3 28 21 7 Elim
6 Argentina 2 5 1 0 4 17 33 -16 Elim
7 Germania 1,3 5 1 0 4 22 39 -17 Elim

 

CANNONIERI SQUADRE NUM   AMMONITI SQUADRE NUM
Asaro Costa Rica 12   Cricchio Argentina 1
Pizzoli Egitto 11   Lojacono Costa Rica 1
Campanella Panama 11   Premuda Costa Rica 1
D'Anna Egitto 9   Melia Francia 1
Giurintano Francia 9   Dalfino Francia 1
Urbano A Argentina 8   D'Antoni Germania 1
Vitellaro Costa Rica 8   Xerra Germania 1
Abbate Costa Rica 8   Dispenza Germania 1
Demma Egitto 7   Messina Germania 1
La Vardera Germania 7   Leone Giappone 1
Leone Giappone 7   Li Muli Giappone 1
             
             
             
        SQUALIFICATI SQUADRE NUM
        Nessuno    
             

 

NOTA BENE: per qualsiasi errore o dimenticanza, contattate immediatamente Pietro Tarantino.

ATTENZIONE: Si ricorda che ogni 2 ammonizioni scatta 1 turno automatico di squalifica (da scontarsi nella gara successiva) e che il conteggio disciplinare continua sino al termine della competizione.  

 

TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

FRANCIA  -  PANAMA   4-5

 

Francia:  Ingrassia, Di Miceli, Giurintano, Cucina, Dalfino, Abedi, Cavallaro  

Panama:  Barletta, Fazio, Arcara, Siragusa R, Gritti, Siragusa S, Campanella  

Arbitro: Sig.  Basile

 

Preziosissima vittoria del Panama sulla Francia, con la quale si da suspence all'ultima giornata, con le squadre divise da appena 0,1 punti in favore del gruppo di Arcara, con una differenza reti però nettamente a favore dei francesi. Però non si può non evidenziare come in teoria il Panama avrà la gara sulla carta piu "agevole" (quella con la Germania), rispetto ai rivali che affronteranno l'Egitto, in corsa per il primo posto, ma con il secondo già in tasca. Il Panama vince con estrema determinazione una gara rocambolesca: dopo essersi portati in vantaggio 2-0, i ragazzi di Arcara vengono rimontati dai francesi (che avevano anche preso 3 pali!), per poi rimontare a loro volta, portandosi sul 5-3, tremando solo nel finale per il gol del (ritrovato) Cavallaro. Torna Siragusa S in difesa e la musica cambia, così come torna Gritti e c'è di Fazio, autore di una doppietta, per un collettiva che si "distribuisce" bene i gol. La Francia è riuscita sostanzialmente a frenare la pericolosità offensiva di Campanella, ma non ha fatto i conti con gli altri giocatori: l'ebbrezza della rimonta è durata poco, per lo sfortunato autogol di Di Miceli. Giurintano non segna, ma segnano gli altri (Abedi e Dalfino, oltre a Di Miceli, molto impegnato con successo a tenere Campanella). Poi qualcosa non ha funzionato nei meccanismi tattici (un pò di incertezza forse nei cambi in corsa): bastava il pareggio per tenere a distanza i panamensi. Ora tutto si complica...    

 

Marcatori: 3 Campanella (PAN), 6 Fazio (PAN), 9 Di Miceli (FRA), 14 Dalfino (FRA), 34 Abedi (FRA), 35 Di Miceli (Autogol PAN), 42 Gritti (PAN), 43 Fazio (PAN), 51 Cavallaro (FRA).

Attenzione! Ci scusiamo per gli ultimi 5 minuti, saltati per un problema tecnico.

 

 

 

GERMANIA - GIAPPONE   7-6  

 

Germania: Zambito, Dispenza, Messina, Navarra (art 11), La Vardera

Giappone:  Lastrino, Giunta, Lo Piccolo, Renda, Li Muli, Gottuso, Leone  

Arbitro: Sig. Basile

 

E' la "notiziona" della giornata: il capitombolo del Giappone contro una Germania già eliminata, decimata dalla assenze, ma che ha messo cuore e carattere, a differenza della squadra di Barbaro (oggi assente), apparsa demotivata e con la testa già ai quarti. Esplode purtroppo in ritardo il talento di La Vardera, autore di una cinquina con cui ha di fatto preso per mano la squadra, da vero leader, come era nelle ambizioni iniziali del capitano Messina al momento di formare il gruppo. L'articolo 11 Navarra ha provato gusto a dare il 100% contro i propri amici, sfoderando con Dispenza in difesa una prestazione notevole, condita dal gol finale della vittoria. Eppure il Giappone aveva rimontato la partenza a razzo della Germania, con Gottuso, Renda e Leone, consolidando il vantaggio successivamente sempre con Leone (doppietta) e Lo Piccolo: ma l'inspiegabile calo nella seconda metà della ripresa ha ribaltato tutto. In 3 minuti La Vardera è salito in cattedra e Navarra ha spento la luce, condannando il Giappone al terzo posto e ai quarti infuocati con una tra Brasile e Islanda. Questa vittoria per la Germania arriva tardi: con una rosa al completo e un La Vardera così, la qualificazione sarebbe arrivata ad occhi chiusi...

 

Marcatori: 2 La Vardera (GER), 5 La Vardera (GER), 14 Gottuso (GIA), 15 Renda (GIA), 30 Leone (GIA), 31 La Vardera (GER), 32 Leone (GIA), 35 Lo Piccolo (GIA), 36 Messina (GER), 40 Leone (GIA), 44 La Vardera (GER), 45 La Vardera (GER), 46 Navarra (GER). 

 

 

 

COSTA RICA  -  EGITTO   7-6 

 

Costa Rica:  Premuda, Abbate, Carollo, Lojacono, Patti, Asaro, Portobello

Egitto: Vullo, Polizzi (Art 11), D'Anna, La Ciura, Pizzoli

Arbitro:  Sig.  Cultrona

 

Un sospiro di sollievo per Costa Rica ed Egitto vista la notizia (e che notizia!) della capitolazione del Giappone contro la già eliminata Germania, che hanno però così deciso di giocarsela a mille, come vero e proprio scontro diretto per il primo posto. Numerose assenze per l'Egitto (Demma, Giorlando, Verciglio...), con La Ciura e D'Anna che hanno stretto i denti, con l'articolo 11 Polizzi (tripletta per lui!), con cui la squadra di Vullo è uscita a testa "altissima", andando a sfiorare la clamorosa rimonta (in cinque contati e contro la squadra che nel girone B forse corre più di tutti) contro un Costa Rica che ha avuto un Super Asaro a trascinare i propri giocatori (poker e giocate di alto spessore) nel momento clou della gara, prima di una dormita generale (che ha fatto letteralmente incazzare, si può dire, Premuda) che per poco ha riabilitato gli avversari, prima di un paio di nuovi gol del Costa Rica con cui si è data una sterzata alla gara. L'Egitto, davvero mai domo, è però rientrato in partito addirittura nel finale con la doppietta di Polizzi, con cui si è sfiorato l'incredibile pareggio. I ragazzi di Vullo non hanno nulla da rimproverarsi: le assenze hanno fatto la differenza alla fine. Mentre per il Costa Rica, gli alti e bassi sono il loro tallone d'achille: contro una squadra in 5 contati, chiudere gli spazi e affondare in contropiede lasciando il "ciclone" Asaro lì davanti contro la non velocissima difesa avversaria, sarebbe stata la più elementare delle soluzioni tattiche. Con il Giappone che all'ultima giornata riposerà, il secondo posto è certo (salvo un suicidio collettivo in merito ad ammonizioni o espulsioni), mentre per il primo si dovrà battere la Francia (che giocherà il tutto per tutto per qualificarsi), mentre la Costa Rica avrà la già eliminata Argentina. Sorpasso?? Io ci credo poco...  

 

Marcatori: 7 Abbate (COS), 8 La Ciura (EGI), 9 Asaro (COS), 23 Polizzi (EGI), 24 Lojacono (COS), 31 Asaro (COS), 34 Asaro (COS), 37 Pizzoli (EGI), 38 La Ciura (EGI), 39 Carollo (COS), 42 Asaro (COS), 47 Polizzi (EGI), 50 Polizzi (EGI)

 

 

 

 

 

Letto 507 volte

Lascia un commento

<>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.