Dopo 12 anni, siamo ancora qui per farvi divertire in modo sano in un Ambiente selezionato, con certezza delle regole (Piero e Ivan)

MONDIALE INTERSCHOOL 2018:  4° GIORNATA

 

 

TUTTE LE FOTO DELLA 4° GIORNATA: CLICCA QUI PER VEDERLE! FOTO E GRAFICHE SONO A CURA DI IVAN D'AMICO    

I COMMENTI ALL'INTERNO DEI TABELLINI DELLE SINGOLE GARE SONO TUTTI A CURA DI PIETRO TARANTINO.

PROSSIMO TURNO: GUARDA IL CALENDARIO (CLICCA QUI)

 

GIRONE A: CLASSIFICHE, TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

 

 

CLASSIFICHE

 

  GIRONE A P.TI G V N P GF GS DR POS
1 Brasile 6,6 4 3 0 1 29 14 15 Quarti
2 Colombia 6,3 3 3 0 0 17 6 11 Quarti
3 Islanda 4,7 3 2 0 1 30 10 20 Quarti
4 Messico 3,8 3 2 0 1 11 9 2 Quarti
5 Croazia 2 3 1 0 2 9 22 -13 Elim
6 Portogallo 1,8 4 1 0 3 10 22 -12 Elim
7 Spagna 0,1 4 0 0 4 7 30 -23 Elim

 

CANNONIERI SQUADRE NUM   AMMONITI SQUADRE NUM
Barone Colombia 8   Lascari G Brasile 1
Miranda Islanda 8   Ciriminna Islanda 1
Maltese Brasile 6   Priulla Croazia 1
Lascari A. Brasile 6   Angheben Portogallo 1
Gennaro Brasile 6   Norrito V. Colombia 1
Busetta Islanda 6   Barresi Messico 1
Pagano Spagna 5        
Emmanuele Colombia 4        
Di Maggio Islanda 4        
Palazzolo Islanda 4   SQUALIFICATI SQUADRE NUM
Polizzi Messico 4   Nessuno    
Tumminelli Brasile 3        
Mezzapelle Brasile 3        
Vasta Croazia 3        
Buzzanca Islanda 3        
Schiavo Messico 3        

 

 

NOTA BENE: per qualsiasi errore o dimenticanza, contattate immediatamente Pietro Tarantino.

ATTENZIONE: Si ricorda che ogni 2 ammonizioni scatta 1 turno automatico di squalifica (da scontarsi nella gara successiva) e che il conteggio disciplinare continua sino al termine della competizione. 

 

TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

COLOMBIA - BRASILE  4-3

 

Colombia:  Di Cristina, Norrito F, Norrito V, Emmanuele, Correri, Calò, Terranova (95)

Brasile: Fasone, Tumminelli, Lascari G, Muratore, Maltese, Mezzapelle, Gennaro, Lascari A, Sciortino

Arbitro: Sig. Cultrona

 

E' sicuramente la "sorpresona" di giornata: il tracollo del Brasile (un brutto Brasile) contro la Colombia del capitano Flavio Norrito. Un risultato maturato grazie ad una grandissima prestazione della squadra sia dal punto di vista tattico, sia nell'impegno e nella determinazione, sia nelle prestazioni dei singoli, in particolare con Emmanuele (autore di una doppietta), di Terranova, di Correri e del portiere Di Cristina (ma è tutto il gruppo da elogiare, per un risultato così roboante). Da sottolineare (con penna blu, rossa, giallo e verde) l'assenza del capocannoniere Barone. Terza vittoria su tre partite giocate, secondo posto in classifica a 0,3 punti dal Brasile, virtualmente primi per via della partita in meno rispetto proprio al Brasile e qualificazione ad un passo. La Colombia entra quindi ufficialmente tra le outsiders che potranno rendere ancora più imprevedibile questo Mondiale. Il Brasile è sembrato irriconoscibile: al di là della doppietta di Gennaro e alle giocate (in positivo e a volte in negativo) di Sciortino, la squadra è apparsa troppo sicura di se, non scesa in campo con la giusta umiltà. E' vero che il pareggio sarebbe potuto sopraggiungere se i due tiri liberi nel finale di Maltese e Lascari A fossero andati a segno, ma l'elevato tasso tecnico avrebbe dovuto permettere alla squadra di imporsi a prescindere dall'avversario. I big infatti (ad eccezione di quelli nominati) hanno giocato al di sotto delle aspettative, risultando sterili e iniqui. Nessuno mette in discussione la qualificazione (ci mancherebbe), ma occorrerà piazzarsi almeno tra le prime due al termine del girone, per evitare di incontrare qualche squadra "ostica" del girone B ai quarti, cercando di non mandare a...lle "ortiche" il vantaggio conquistato dalla vittoria nello scontro diretto contro l'Islanda... 

  

Marcatori: 7 Lascari A (BRA), 18 Correri (COL), 32 Gennaro (BRA), 42 Terranova 95 (COL), 43 Emmanuele (COL), 47 Gennaro (BRA), 53 Emmanuele (COL)

Ammoniti: Norrito V (COL) 

 

 

 

 

CROAZIA - PORTOGALLO  6-1

 

Croazia:  Mannara, Lovarco, Priulla, Minutella, Guardì, Marino, Schiadà, Vasta 

Portogallo: Pianges, Angheben, Gentile, Mezzatesta, Meli, Mercurio, D'Agostino, Calabrese

Arbitro: Sig. Pace

 

Dopo un primo tempo molto equilibrato e con poche emozioni, terminato 0-0, nella ripresa la Croazia trova i gol con cui batte il Portogallo e inizia di fatto il proprio mondiale dopo aver giocato e perso con le due teste di serie (oltre ad aver riposato). Il momento clou della gara arriva con la rete del 3-1 di Minutella, che frena la reazione del Portogallo (che aveva accorciato le distanze con Calabrese), segnando a raffica altri 3 gol con cui chiude il match, ottenendo pure il bonus dello scarto. Gara perfetta della Croazia del capitano Minutella, con Vasta (doppietta) e in generale un atteggiamento tattico ineccepibile di tutto il gruppo, con cui si è concesso poco agli avversari, e con la capacità di ripartire e fare spesso male alla difesa del Portogallo, oggi non molto aiutata dal proprio portiere Pianges, colpevole nei primi due gol. Per il Portogallo occasione sprecata in questo scontro diretto e tentare l'allungo. La Croazia vede i primi punti, utili per provare a scalare questa classifica... 

 

Marcatori: 38 Vasta (CRO), 40 Priulla (CRO), 43 Calabrese (POR), 46 Minutella (CRO), 50 Schiada' (CRO), 51 Vasta (CRO), 53 Marino (CRO) 

Ammoniti: Angheben (POR), Priulla (CRO) 

  

 

 

 

MESSICO - SPAGNA  4-2   

 

Messico:  Pizzati, Fiore, Barresi, Terranova G, Nonno, Schiavo, Polizzi, Flammia 

Spagna:  Franco, Valenti G, Miranda, Di Trapani, Nicoletti Conca, Accardi, Pagano

Arbitro: Sig. Pace

 

Gara generosa quella della Spagna contro il Messico, non sufficiente però a portare a casa una necessaria vittoria o un "speranzoso" pareggio, in una classifica che si è fatta improvvisamente "ripida", con un "gradone" di quasi 4 punti dal quarto posto che riduce le speranze di qualificazione al lumicino. La squadra si ritrova nello spirito, nell'ordine tattico e nella determinazione, assediando soprattutto nel secondo tempo gli avversari, scoprendo purtroppo il fianco agli avversari in contropiede, cui non sempre un Super-Franco riesce a opporsi. Il Messico compie un grande passo avanti, portandosi a quasi due punti sopra la quinta in classifica, cioè la Croazia, unica vera rivale, visto che Portogallo e Spagna hanno una partita in più non avendo ancora riposato. Ha debuttato con buona prestazione l'attaccante Flammia, che ha aperto le marcature, mentre Polizzi (doppietta) e Fiore hanno "allungato" il risultato della squadra. Anche il Messico quindi si candida ad essere un outsider per questo Mondiale: complimenti al capitano Schiavo, che ha potuto festeggiare piacevolmente il suo compleanno.  

 

Marcatori: 4 Flammia (MES), 35 Di Trapani (SPA), 38 Polizzi (MES), 40 Polizzi (MES), 45 Fiore (MES), 50 Pagano (SPA)

Ammoniti: Barresi (MES)

 

 

 

 

GIRONE B: CLASSIFICHE TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

 

 

CLASSIFICHE

 

  GIRONE B P.TI G V N P GF GS DR POS
1 Giappone 5,9 4 2 2 0 19 14 5 Quarti
2 Egitto 5,6 3 2 1 0 20 9 11 Quarti
3 Costa Rica 5 3 2 1 0 19 9 10 Quarti
4 Francia 4,1 3 2 0 1 21 11 10 Quarti
5 Panama 2,2 3 1 0 2 9 21 -12 Elim
6 Argentina 2 4 1 0 3 16 22 -6 Elim
7 Germania -0,8 4 0 0 4 15 33 -18 Elim

 

CANNONIERI SQUADRE NUM   AMMONITI SQUADRE NUM
Urbano A Argentina 8   Cricchio Argentina 1
Pizzoli Egitto 7   Lojacono Costa Rica 1
D'Anna Egitto 6   Premuda Costa Rica 1
Giurintano Francia 6   Melia Francia 1
Campanella Panama 6   Dalfino Francia 1
Vitellaro Costa Rica 5   D'Antoni Germania 1
Abbate Costa Rica 5   Xerra Germania 1
Galfano Germania 5   Dispenza Germania 1
Urbano E Argentina 4   Messina Germania 1
Asaro Costa Rica 4   Leone Giappone 1
Demma Egitto 4        
Abedi Francia 4        
Dalfino Francia 4        
D'Antoni Germania 4        
Leone Giappone 4        
Renda Giappone 4   SQUALIFICATI SQUADRE NUM
Carollo Costa Rica 3   Nessuno    
Cucina Francia 3        
Li Muli Giappone 3        

 

NOTA BENE: per qualsiasi errore o dimenticanza, contattate immediatamente Pietro Tarantino.

ATTENZIONE: Si ricorda che ogni 2 ammonizioni scatta 1 turno automatico di squalifica (da scontarsi nella gara successiva) e che il conteggio disciplinare continua sino al termine della competizione.  

 

 

TABELLINI E VIDEO DELLE GARE

 

ARGENTINA  -  PANAMA  3-4

 

Argentina: Campo, Barone, Lauricella, Urbano A., Urbano E., Gagliardi, Silvestri  

Panama:  Barletta, Siragusa S, Arcara, Siragusa R, Errera, Gritti, Campanella, Lo Cascio  

Arbitro: Sig. Cultrona

 

Primo tempo finito a reti inviolate, anche se con una girandola di pali e traverse colpite da entrambe le squadre, in una gara nella quale entrambe le squadre erano alla ricerca della vittoria anche se con "necessità" diverse dettate dalla classifica. Si rivede Campanella nel tabellino dei marcatori, andando a segno con una tripletta e trascinando la squadra alla vittoria finale, nonostante i troppi errori di Errera (grande impegno, ma sotto porta poco lucido e sfortunato) e con Barletta tornato a serrare la propria porta dinnanzi al capocannoniere Urbano A (oggi a secco) e agli assalti avversari, andati comunque a segno nel finale con Silvestri, per una rimonta che non si è concretizzata. Resta amarezza in casa Argentina per non aver saputo tenere per due volte il vantaggio (ottenuto grazie alle reti di Urbano E), facendosi raggiungere in entrambi i casi, prima del sorpasso della squadra di Arcara, oggi ritrovata nello spirito e nella compattezza tattica. Adesso per l'Argentina iniziano ad essere guai: circa 2 punti di svantaggio dalla Francia (quarta) e con una gara in più giocata, mentre solo 0,2 punti separano il Panama dal quarto posto e con lo stesso numero di gare giocate (e ancora da giocare), per un finale di girone sempre più entusiasmante...  

 

Marcatori: 30 Urbano E (ARG), 31 Campanella (PAN), 34 Urbano E (ARG), 36 Campanella (PAN), 42 Campanella (PAN), 46 Lo Cascio (PAN), 54 Silvestri (ARG) 

 

 

 

 

FRANCIA - GERMANIA   11-2

 

Francia:  Ingrassia, Guccione, Di Miceli, Giurintano, Richichi, Cucina, Dalfino, Abedi

Germania: Zambito, Dispenza, Messina, Galfano, La Vardera, Xerra  

Arbitro: Sig. Cultrona

 

Torna in campo la Francia dopo il suo personale riposo e ottiene una vittoria ampia contro una Germania falcidiata da infortuni e assenze: Giurintano cala il poker, Cucina la tripletta, torna Abedi (1 gol), con Dalfino (1 gol anche per lui) a completare un attacco davvero prolifico, che candida la squadra ad essere outsider in vista delle fasi finali. Con questa vittoria la Francia si piazza al quarto posto in classifica, con circa due punti di vantaggio sulla quinta (il redivivo Panama) e con il vantaggio di avere una partita in meno (cioè già scontato il turno di riposo) rispetto ad Argentina ed appunto Germania. Per la squadra di Messina, onore all'impegno, ma dispiacere per le buone qualità rimaste ancora inespresse, soprattutto per la fase difensiva (33 gol subiti in 4 partite, sono troppi). Galfano (doppietta) tiene alta la bandiera dei suoi ed è l'ultimo a mollare. Ora sarà importante affrontare i prossimi impegni con orgoglio e determinazione per non chiudere all'ultimo posto.

 

Marcatori: 7 Abedi (FRA), 13 Giurintano (FRA), 13 Giurintano (FRA), 15 Cucina (FRA) 19 Galfano (GER), 28 Giurintano (FRA), 40 Di Miceli (FRA), 43 Cucina (FRA), 49 Galfano (GER), 50 Cucina (FRA), 52 Giurintano (FRA), 55 Dalfino (FRA), 56 Richichi (FRA)

 

Ammonito: Dalfino (FRA)

 

 

 

COSTA RICA - GIAPPONE  3-3

 

Costa Rica:  Premuda, Abbate, Lojacono, Vitellaro, Patti, Asaro, Portobello, Carollo

Giappone:  Giunta, Misuraca, Lo Piccolo, Renda, Leone, Cannella, Li Muli, Barbaro

Arbitro:  Sig. Pace

 

Non sono state deluse le aspettative per questo big match del girone B (con l'Egitto a riposo sul divano a seguire in diretta Facebook la gara), che ha prodotto un pareggio che accontenta tutti: forse un pò meno il Giappone, raggiunto allo scadere dal gol su tiro libero di Asaro e con una gara in più rispetto alle dirette rivali (Egitto e Costa Rica appunto). Gara giocata a livelli molto elevati, sia per intensità che per qualità: era davvero difficile stare dietro ai ragazzi del Costa Rica, al gran completo (è tornato Carollo), ma in campo c'era sostanzialmente la migliore formazione (eccezion fatta per Lastrino assente, ma ben sostituito da Giunta in porta, e Tilotta) e la vittoria è stata comunque accarezzata due volte, sia dall'iniziale e rapido uno-due di Leone e Li Muli, sia nel finale con il 3-2 di Renda. Il Costa Rica agguanta quindi con Asaro un pareggio preziosissimo nel finale che gli consente di accorciare le distanze dall'Egitto, secondo in classifica, e di mantenere invariate quelle dal Giappone (quasi 1 punto), che ora sente il fiato sul collo sia della squadra di Patti che dell'Egitto, entrambe con una gara in meno, per aver già riposato. Il primato (i primi due posti se vogliamo) andrà difeso con i denti per evitare di affrontare ai quarti una tra Brasile e Islanda...  

 

Marcatori: 5 Leone (GIA), 6 Li Muli (GIA), 16 Carollo (COS), 17 Abbate (COS), 53 Renda (GIA), 59 Asaro (COS)

Ammoniti: Leone (GIA), Premuda (COS)

 

 

 

 

 

 

 

 

Letto 303 volte

Lascia un commento

<>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.